Ginkgo biloba


ginkgo

In questo articolo parleremo del Ginkgo biloba soffermandoci sulle sue origini e sui suoi benefici in ambito erboristico. In questo articolo inoltre troverai anche i tempi e le modalità di assunzione del Ginkgo biloba, quali sono le sue controindicazioni e dove è possibile acquistarla sotto forma di integratore.

Che cos’è il ginkgo biloba

Il Ginkgo biloba è un albero originario della Cina. Conosciuto anche come ginkgo o ginco o albero di capelvenere è una specie molto antica e rara appartenente alla famiglia Ginkgoaceae .

Un albero molte resistente e longevo utilizzato a scopo ornamentale ma non solo.

In Giappone ad esempio i suoi semi vengono utilizzati in molti piatti culinari, mentre in occidente le sue foglie e i suoi estratti trovano largo impiego in erboristiche ed in cosmetica.

Costituenti chimici e principi benefici

Grazie ai suoi costituenti chimici (flavonoidi, ginkoloidi, bilobalide e acidi ginkgolici) le foglie di Ginkgo biloba e i suoi estratti, hanno proprietà benefiche antiossidante in grado di neutralizzare i radicali liberi.

Favoriscono inoltre l’afflusso di sangue al cervello, migliorano la memoria e le funzioni cognitive.

Esercitano anche un’attività stimolante per la circolazione venosa ed arteriosa, favoriscono il benessere della vista, hanno una buona capacità protettiva cardio vascolare e fluidificante del sangue.

A cosa serve il ginkgo biloba

Sebbene il ginkgo biloba sia conosciuto per la sua efficacia contro i disturbi di memoria legati all’età,  il ginco è un ottimo rimedio naturale per contrastare diversi disturbi quali:

  • Vertigin e Capogiri;
  • Emicranie e Cefalee;
  • Ansia;
  • Sindrome premestruale;
  • Demenza senile;
  • Fragilità capillare;
  • Disturbi della circolazione venosa e linfatica degli arti inferiori (gambe gonfie e pesanti, crampi, emorroidi).

Grazie alle sue innumerevoli proprietà terapeutiche il ginco oggi è considerato fra i dieci integratori alimentari più utilizzati nel mondo occidentale.

Come assumere ginkgo biloba

Il Ginkgo biloba può essere assunto per via orale sotto forma di:

  • Estratto secco (120/240 mg al giorno in 2 assunzioni lontano dai pasti).
  • Soluzione Idroalcolica (60 gocce per 2 volte al giorno da sciogliere in acqua lontano dai pasti).

Effetti indesiderati e controindicazioni?

Sebbene l’utilizzo di integratori o di estratti a base di ginkgo biloba provochi raramente effetti indesiderati (emicrania disturbi digestivi) e sempre meglio assumere il ginkgo biloba solo dopo aver chiesto parere al proprio medico o ad un esperto.

Non assumere Ginkgo biloba in gravidanza e allattamento o insieme a farmaci o piante con azione anticoagulante ( aspirina, aglio, ginseng, ecc.).

Importante: in previsione di un qualsiasi intervento chirurgico interrompere la sua assunzione almeno un paio di settimane prima. Mettere comunque a conoscenza il medico/chirurgo.

Ginkgo biloba in cosmetica

In cosmetica il ginkgo biloba viene utilizzato per le sue proprietà lenitive e nutrienti della pelle. In commercio si possono trovare preparazioni cosmetiche specifiche per pelli secche, disidratate o  arrossate.
ginkgo biloba

Dove acquistare integratori di Ginkgo biloba

Stai cercando un’erboristeria a Roma dove acquistare un buon integratore di Ginkgo biloba? Natura & Salute è l’erboristeria che può aiutarti!

Nel nostro punto vendita troverai non soltanto le marche più sicure e affidabili del mercato ma anche uno staff qualificato pronto a rispondere alle tue domande. Cosa aspetti? Vieni a trovarci!

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy