Seitan la deliziosa alternativa alla carne


seitan

Se stai cercando una valida alternativa alla carne, allora il Seitan è quello che fa per te. Gustoso è versatile questo alimento, risulta essere ad oggi molto apprezzato tra i vegetariani e sopratutto i Vegani.

Ma cos’è esattamente il Seitan? In questo articolo, lo conosceremo un po più da vicino esplorando le sue origini, i suoi valori nutrizionali, cercando di descriverne il suo sapore, come cucinarlo, quali sono i suoi valori nutrizionali ed inoltre parleremo anche delle differenze rispetto al tofu. In fine vi diremo anche dove poterlo acquistare a Roma.

Le origini del Seitan

Il termine Seitan fu coniato nei primi anni 60 da un grande sostenitore della medicina alternativa e della dieta macrobiotica George Ohsawa  e deriva dall’unione di  due parole, precisamente Sei (crudo) e Tan (proteina).

Le sue origini culinarie comunque sono ben più antiche, possiamo ritrovarle infatti in Cina già nel VI secolo. Quest’alimento veniva consumato dai monaci buddisti all’interno di una dieta vegetariana, come sostituto della carne.

Con il tempo pian piano il seitan si diffuse anche in altre parti dell’oriente come Giappone (con il nome di yakifu), in Vietnam, in Corea, e anche in Asia. Nel XVIII secolo comincia invece a diffondersi anche in Occidente.

Oggi come accennato in precedenza il seitan è diventato l’alternativa per eccellenza alla carne ed è molto apprezzato nel mondo Vegano e non solo.

Come è fatto

Quest’alimento altamente proteico a base di glutine si ottiene impastando acqua tiepida e farina (molto simile all’impasto della pizza), e cuocendolo successivamente in un brodo.

Alla fine dopo aver avvolto l’impasto in un telo da cucina, si procede con alcuni lavaggi alternati tra acqua calda e fredda al fine di rimuovere completamente l’amido ed ottenere così una massa compatta di glutine.

A questo punto è pronto per essere consumato in svariati modi.

Che sapore ha il seitan e come cucinarlo

Sicuramente se non l’hai mai mangiato ti starai chiedendo: ma che sapore ha? Il seitan ha un sapore neutro ed un elevata capacità di assorbire i sapori degli ingredienti con cui viene preparato, per questo è incredibilmente versatile in cucina.

Ecco alcune idee su come puoi prepararlo:

  1. Grigliato: Puoi grigliare del seitan affettato o preparati tipo hamburger per qualche minuto fino a doratura e servirlo come bistecca vegetale o consumarlo per preparare fantastici panini.
  2. Saltato in padella: Puoi saltarlo in padella con un pò d’olio e consumarlo con contorni di verdure o insalate aggiungendo a piacimento salsa di soia, o latri condimenti.
  3. Stufato: Con quest’alimento puoi anche preparare un gustoso stufato a base di seitan.
  4. Fritto: Puoi persino panarlo e friggerlo in padella per consumarlo accompagnato da salse come la mainose o il tomato.
  5. Marinato: Si presta bene anche per la preparazioni di piatti marinati con olio ed aceto o in alternativa con succo di limone.

Queste sono solo alcune delle infinite possibilità che hai per utilizzarlo in cucina per preparare fantastici piatti gustosi e salutari.

Quante volte si può mangiare il seitan

Se non si hanno intolleranze al glutine, il seitan è un alimento a basso contenuto calorico che può essere consumato regolarmente ed alternato all’interno del proprio regime alimentare con altre fonti di proteine.

Come già detto il seitan è una fonte vegetale ricchissima di proteine, si stima infatti che per 100 grammi di prodotto siano contenute orientativamente:

  • Calorie (Kcal): 160 /180
  • Proteine (g): 20 /30
  • Grassi (g): 4/ 5
  • Carboidrati (g): 1/2
  • Fibre (g): 1

Che differenza c’è fra seitan e tofu

Mentre il seitan è realizzato con glutine di frumento, il tofu è prodotto derivato dal latte di soia. Questa differenza nella composizione conferisce ai due alimenti caratteristiche diverse fra loro.

Il seitan ha una consistenza molto simile alla carne, mentre il tofu invece ha una consistenza morbida e un sapore delicato molto simile al formaggio sopratutto quando è arricchito con l’aggiunta di spezie o erbe aromatiche.

Entrambi gli alimenti possono essere utilizzati come fonte di proteina vegetale anche se offrono esperienze culinarie diverse, queste si adattano benissimo alla preparazione di numerose ricette culinarie.

Dove acquistare seitan a Roma

Oggi è possibile acquistare il seitan in molti negozi specializzati (fra questi anche l’erboristeria), in diversi supermercati, ed anche online su svariati siti di e-commerce specializzati in prodotti vegani.

Conclusioni

In conclusione, dopo aver conosciuto un pò più da vicino le sue origini, i suoi valori nutrizionali, il suo utilizzo in cucina ed i suoi valori nutrizionali e dopo aver chiarito la differenza con il Tofu. Non ti resta adesso che provare il suo sapore, cimentandoti in succulente preparazioni culinarie.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy