Tè verde


tè verde

Il tè verde è una bevanda ottenuta dalle foglie non ossidate di Camelia Sinensis, una pianta che appartiene alla famiglia delle Teaceae. Originaria del continente asiatico, è coltivata principalmente in Cina e in Giappone e ama le zone calde, i terreni acidi e le altitudini comprese tra i 1000 e i 2000 metri.

Il tè verde è composto dai boccioli e dalle foglie più giovani caratterizzate da una forma allungata e un colore più chiaro rispetto agli esemplari più adulti. La raccolta avviene in maniera diversa in base al paese del produttore. Mentre il Giappone ha scelto la via moderna della raccolta meccanizzata, in Cina l’operazione è ancora manuale, un rituale preciso e attento che si tramanda da secoli.

Una volta raccolte, le foglie vengono essiccate e tostate sia per distruggere gli enzimi responsabili dell’ossidazione sia per garantire un’ottima conservazione nel tempo. La terza fase, il rolling, è anche la più importante perché è quella che determina il sapore della futura bevanda. Le foglie vengono modellate tramite macchine o a mano in base all’origine e alla qualità della materia prima. Il rolling richiede gesti precisi e raffinati perché determina direttamente le note che il consumatore avvertirà in bocca durante la degustazione. La forma data al tè è quella di bastoncini, di piccole perle oppure le foglie vengono semplicemente appiattite e stirate come nel prezioso Long Jin.

I benefici del tè verde

Il tè verde non è solo un’ottima bevanda ma anche un valido alleato per il benessere psicofisico della persona. I benefici che apporta sono numerosi, alcuni dei quali sono stati ampiamente dimostrati dalla ricerca scientifica. Il segreto delle numerose virtù sta tutto nel processo di lavorazione che consente alle foglie di trattenere la massima quantità di antiossidanti, polifenoli e catechine.

La perdita di peso è uno dei benefici più apprezzati di questa pianta. Associata a uno stile di vita sano e attivo, questa bevanda svolgerebbe un ruolo di primaria importanza nel processo della lipolisi grazie al contenuto di Metilxantine. Queste sostanze, tra cui la teofillina, la teobromina e la caffeina, aiuterebbero l’ossidazione e lo smaltimento del tessuto adiposo, grazie a un blando ma efficace risveglio del metabolismo. Il tè verde stimola la diuresi e procura un leggero senso di sazietà che aiuta a controllare le calorie ingerite.

L’assunzione regolare potrebbe contribuire a diminuire i livelli di colesterolo nel sangue perché i suoi principi attivi agiscono direttamente sul rivestimento dei vasi sanguigni, riducendo quindi il rischio di possibili malattie cardiovascolari.

Le catechine contenute nel tè svolgono un’importante azione antibatterica e antivirale, ideale per prevenire e combattere i malanni di stagione. Efficace contro l’ipertensione, questa bevanda abbassa la pressione sanguigna e rinforza i denti. Infine protegge la pelle dall’invecchiamento, prevenendo la rottura del collagene e delle fibre del derma.

Generalmente ben tollerato dall’organismo, il tè verde contiene una discreta quantità di caffeina, anche se non è paragonabile al caffè. Per questo motivo è consigliabile non eccedere nel consumo perché alti dosaggi possono procurare insonnia, ansia e un leggero senso di nausea.

Modalità d’uso

Il tè verde può essere assunto tramite capsule e compresse secondo la posologia indicata dal proprio erborista di fiducia. In alternativa possiamo ricorrere a un buon infuso.

La preparazione del tè verde non rappresenta soltanto l’occasione di assaporare un eccellente infuso ma assume il ruolo di un piccolo rito, una minuscola oasi di pace e benessere che spezza il ritmo dello stress.

Per apprezzare al meglio le numerose sfumature sensoriali della varietà prescelta, è necessario creare un perfetto equilibrio tra metodo, temperatura e tempo di infusione.

Prepariamo una piccola teiera e versiamoci semplicemente dell’acqua portata a bollore. Lasciamo riposare per due, massimo tre minuti e gettiamo via l’acqua. Mettiamo un cucchiaino di foglie di tè verde (dose per una persona) nella teiera e chiudiamo. Il vapore acqueo residuo permetterà alle foglie di rilasciare successivamente nell’infuso gli aromi e i principi attivi di cui sono ricche.

Riscaldiamo di nuovo l’acqua ma non facciamola bollire. Il tè verde cinese necessita di una temperatura che oscilla tra i 70° e gli 80° mentre il matcha giapponese arriva a sfiorare il punto di ebollizione (90°). Versiamo l’acqua sul tè nella teiera e lasciamo riposare senza mescolare. Il tempo ideale di infusione va dai 3 ai 5 minuti. Filtriamo e dolcifichiamo a piacere.

Dove acquistare Tè Verde di qualità

Acquistare un tè verde di ottima qualità non è semplice come potrebbe sembrare perché spesso si corre il rischio di comprare prodotti di scarsa qualità sia per quanto riguarda il gusto sia per i principi attivi contenuti. Per questo motivo è consigliabile rivolgersi sempre al proprio erborista di fiducia.

La nostra erboristeria a Roma è da sempre sinonimo di cura e attenzione nei confronti del cliente ma anche della materia prima. Presso il nostro punto vendita di Castelverde potrai acquistare tè verdi tra i più pregiati e ricevere informazioni precise circa la provenienza, il metodo di raccolta, la certificazione bio ma non solo. Il nostro personale saprà consigliarti al meglio per beneficiare delle numerose virtù di questa bevanda. Ti aspettiamo!